La prima cosa che mi viene in mente se penso a questa terra -ovviamente dopo Raz Degan- è il caldo.
Conservo immagini offuscate del mio primo viaggio in Israele, un tour organizzato al quale i miei genitori decisero di prendere parte diciassette anni fa, però so che si tratta di un paese che vive di sole.
Ho festeggiato il mio nono compleanno a Nazareth, potete quindi ben immaginare quanto i ricordi siano per me ormai lontani.
Mamma e Papà quando parlano di Israele lo fanno sempre  con un pizzico di commozione. Come dicevo, io non ho molta memoria a riguardo, ma loro sì, ed è un viaggio che li ha colpiti moltissimo.

E’ per questo che sogno da diverso tempo di riabbracciare questo paese così affascinante e ricco. Perché non conta da quale prospettiva lo si guardi, Israele è così. Ricco.
Di cultura, di storia, di arte, di movida, di cibo, di vino (si, anche di vino!). Una terra che non è più vista esclusivamente come meta di pellegrinaggio, ma che ha tanto da offire ad ogni visitatore.

Vivrò per sei giorni un’esperienza organizzata da Skyscanner e dall’Ufficio del Turismo di Israele in Italia, volta a mostrare a me e ad blogger la magia di un mondo facilmente raggiungibile ma allo stesso tempo così diverso dal nostro. Non vedo l’ora di esplorarlo e di vedere cosa ha in serbo per noi.

Sapevate, ad esempio, che occorrono solo 7 ore per percorrerlo da Nord a Sud e 2 ore da Est a Ovest? Questo vuol dire che i viaggiatori possono godere di maggiore libertà per le proprie visite, dato che il tempo per gli spostamenti è decisamente poco. E sapevate, inoltre, che Israele vanta un patrimonio storico-culturale e naturalistico unico al mondo?
E’ una destinazione che abbraccia i desideri e le esigenze di ogni visitatore, ed io non sto più nella pelle!
Non vedo l’ora di tuffarmi a capofitto tra i mercati, di assaggiare la cucina tipica, di passare dai monumenti religiosi alla vivacissima nightlife, di galleggiare nel Mar Morto e di entrare in contatto con un paese che sogno di (ri)visitare praticamente da tutta la vita.
Le attività sono tante e, come sempre, attraverso i canali social (su Instagram troverete anche le storie live) vi racconterò il nostro viaggio in Israele, che potrete seguire tramite l’hashtag ufficiale: #Sivolaisraele.
Per maggiori informazioni sull’itinerario e sull’ App di Skyscanner (che studieremo per bene durante questa esperienza) vi consiglio di consultare questo link.
Ora corro a scegliere cosa portare, perché la nostra avventura inizierà dopodomani!

Io sono curiosissima.
E voi?

viaggio in israele

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi news e aggiornamenti dal nostro blog

Iscrizione avvenuta con successo!

Pin It on Pinterest

Share This