10 giorni in Sudafrica: itinerario e guida di viaggio

Premessa: 10 giorni in Sudafrica non sono un tempo neanche lontanamente sufficiente per questo paese.
E’ un territorio immenso, incredibilmente diversificato, ricco, interessante.
Magico.

Noi abbiamo avuto solo un assaggio di quello che ha da offrire e, a pochi giorni dal rientro, non vediamo già l’ora di programmare un prossimo viaggio lì.

10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica

Ci piace immaginare il Sudafrica come un corpo tatuato.
Disegni indelebili che se ne stanno lì, pronti a ricordare momenti salienti o a coprire le cicatrici.
E quante ne ha, il Sudafrica, di cicatrici.
Alcune sono talmente profonde da non passare affatto inosservate. Un po’ come quando trovi il vestito dei tuoi sogni ma lo maledici perché lascia scoperto proprio quel punto lì, quello nel quale hai un segno che non si è ancora rimarginato del tutto.
Un segno che parla di te.
Un segno che è in realtà una strada, un cammino fatto di passi incerti e danzanti. Perché se c’è una cosa che in Sudafrica non manca mai è proprio lei: la musica.

Questa musica che, in tante occasioni, è stata voce e cuore di un popolo. L’eroina delle pagine nere, l’amante dei cuori in ribalta, la cura per le anime frammentate.

Il Sudafrica è un mondo multiculturale.
Un insieme di microcosmi che si sono uniti per regalare colore e meraviglia ad una terra splendida, un groviglio di fili culturali nel quale è impossibile capire dove inizia uno e dove finisce l’altro.

10 giorni in Sudafrica

L’itinerario

Primo giorno: arrivo a Cape Town e visita della città – Notte a Cape Town
Secondo giorno: Road trip lungo la Cape Peninsula – Notte a Cape Town
Terzo giorno: WinelandsNotte a Franschoek
Quarto giorno: ritorno a Cape Town, visita della città – Notte a Cape Town
Quinto – ottavo giorno: safari nel Kruger National Park
Nono giorno: Panorama routeNotte a Dullstroom
Decimo giorno: Notte a Johannesburg
Undicesimo giorno: volo per Mauritius

10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica

Gli alloggi

Cape Town: Sugar Hotel & Spa | Newmark Queen Victoria Hotel
Franschoek: Le Petit Manoir
Kruger National Park: Satara Camp (una notte), Oliphant Camp (una notte), Greenfire Lodge (una notte – Balule Nature Reserve), La Lechere Guest House (appena fuori dal Phalaborwa Gate)
Dullstroom: Walkerson & Spa (una notte)
Johannesburg: Birchwood Hotel (una notte – distante dal centro ma comodissimo per la vicinanza all’aeroporto e la navetta gratuita)

Gli spostamenti

All’aeroporto di Cape Town abbiamo noleggiato un’auto, scelta assolutamente indispensabile per esplorare la Penisola del Capo e le Winelands in totale libertà.
All’interno della città ci siamo mossi quasi sempre con Uber.

Da Cape Town a Hoedspruit (uno degli aeroporti vicini al Kruger) abbiamo preso un volo che è durato circa due ore e, una volta atterrati, c’era un’altra auto a noleggio pronta per noi.
Importante: questi aeroporti piccini picciò spesso non hanno i classici banchetti delle compagnie di noleggio, presenti invece in quelli più grandi. Probabilmente ci sarà ad aspettarvi un incaricato che vi consegnerà le chiavi ed il contratto. E’ quindi assolutamente necessaria la prenotazione.

Il self-drive nel Kruger National Park resterà una delle esperienze più belle vissute fino ad ora.
Da lì abbiamo poi percorso la Panorama Route fino ad arrivare all’aeroporto di Johannesburg, dove abbiamo riconsegnato l’auto per poi partire alla volta di Mauritius.

10 giorni in sudafrica
10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica
10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica

La sicurezza

Quelle inerenti la sicurezza, sono senza dubbio che le domande che ci sono state più di frequente durante i nostri 10 giorni in Sudafrica.
Sfatiamo un mito: il Sudafrica non è più la terra inaccessibile e pericolosa di un tempo.

Cape Town è una delle città più belle viste durante i nostri giri intorno al mondo. E’ un arcobaleno.
Noi non abbiamo mai avuto problemi o disagi, tuttavia non è una tappa che definiremmo sicurissima ad occhi chiusi. Servono quelle dovute cautele che noi consigliamo di adoperare sempre, soprattutto in metropoli così grandi e variegate. Quello che colpisce a Cape Town è il palese ed enorme problema legato alla droga.
Noi suggeriamo, in particolare, di selezionare un alloggio posizionato in una zona movimentata e controllata anche di sera, come il Victoria & Alfred Waterfront, ideale per chi ha voglia di una passeggiata serale, di un po’ di shopping o di un drink dopo aver cenato in uno degli innumerevoli e ottimi ristoranti sparsi lì o in altri luoghi della città.
Consigliamo invece di evitare gli spostamenti a piedi di notte in altri quartieri, considerando che non avrai problemi a trovare velocemente un taxi o un Uber.

A Johannesburg ci siamo fermati troppo poco tempo per farci un’idea a riguardo, mentre le Winelands, la Penisola del Capo e tutta la zona del Kruger ci sono sembrate aree piuttosto sicure.

Informazioni Varie

  • Ti consigliamo di acquistare una sim card locale per avere sempre internet a disposizione, fondamentale anche per utilizzare Google Maps o un’altra app simile. Noi ci siamo trovati molto bene con Vodacom.
  • Ricordati di rispettare le regole del safari, soprattutto se hai intenzione di farlo in self drive. Ma non preoccuparti, arriverà un articolo dettagliato a riguardo.
  • Gli alloggi all’interno del Kruger National Park vanno prenotati con largo anticipo.
  • Noi non abbiamo fatto alcun vaccino, ma è ovviamente una scelta molto soggettiva e ti consigliamo, nel dubbio, di parlarne con il tuo medico. In ogni caso è sempre bene procurarsi uno spray antizanzare, reperibile in tutti i supermercati sudafricani, compresi quelli all’interno del parco. Quelli comuni che si trovano anche in Italia pare non siano sufficienti, noi abbiamo optato per Peaceful Sleep, uno dei più famosi.
  • La valuta locale è il Rand sudafricano.
    Quasi ovunque, non avrai problemi ad utilizzare la carta di credito.

10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica 10 giorni in sudafrica

 

About

Marika Laurelli. Travel blogger autrice di Gate 309, Web Writer e Storyteller Appassionata di tutto ciò che riguarda i social network e nutre un amore smisurato per il mondo, l'avventura, la scoperta.

You may also like

2 commenti

  • Sogno da tempo un safari ma ho sempre pensato che ci volessero molti giorni per farlo in modo indipendente, e che fosse anche molto costoso. Che siti avete usato per le prenotazioni delle auto e degli ingressi ai parchi? budget ?
    Bellissimo post e foto wow!

  • Tabard… per le zanzare è ottimo, ci sono crema (che non unge) e candele (che ti creano pure l’atmosfera). In Sudafrica si trova in tutti i supermercati e anche negli shop dei parchi nazionali. A casa lo trovi su Amazon. Assomiglia tanto al Vinavil!!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *