Fortezza de’ Cortesi e i mattoni che hanno fatto la storia

Oggi vi racconto una fiaba.
Non una fiaba qualsiasi, ma una fiaba che parla di dolci colline, vigneti e borghi medievali.
Una fiaba ambientata in un luogo molto, molto speciale.
Per questi e per tanti altri motivi, il Chianti è un mondo a parte, un centro benessere naturale dove rigenerarsi ed entrare in contatto con tradizioni, cibi, ospitalità.
Una zona incredibile in grado di rendere la Toscana ancora più magica e attraente. Vi parlerò nel dettaglio di questa regione nel prossimo post, perché oggi voglio suggerirvi dove dormire nel Chianti.
Credetemi: è un posto speciale.

Dove dormire nel Chianti

Gli alloggi nel Chianti sono tantissimi, si va dagli hotel normali agli agriturismi tipici. Tra questi, abbiamo avuto il piacere di essere ospiti della Fortezza de’ Cortesi, una struttura incredibile della quale conserverò gelosamente un ricordo speciale.

Fortezza De’ Cortesi sorge su un tratto della Via Francigena (per questo motivo c’è un pezzo di strada sterrata) e ha una storia bella, bellissima. Ha una storia che sembra una favola nella quale un’epoca medievale si intreccia ad una storia d’amore di ambizione, quella di Cledy e di suo marito. Queste due persone eccezionali presero in mano le redini di quella che era praticamente una dimora distrutta e in nove anni -si, ben nove anni- la trasformarono nella struttura che è ora: un piccolo borgo immerso nella quiete della natura e dotato di sole sei camere, perché il silenzio e il relax devono accompagnare gli ospiti per tutto il tempo, ragion per cui i minori di quattordici anni non possono soggiornare qui.

Dove dormire nel Chianti

Durante il Rinascimento divenne, grazie a Paolo Cortesi (segretario di Papa Giulio II), un centro culturale dotato di una importante biblioteca, molto amata da nomi illustri quali Pico della Mirandola, i Medici e moltissimi altri.
L’opera portata avanti da Cledy e da suo marito ha voluto rispettare la storia della fortezza ed è infatti costata molto tempo e fatica perché ha visto l’utilizzo esclusivo di materiali originali. Incredibile, vero?





In realtà il sogno di queste persone non è ancora stato del tutto esaudito, perché dopo tanti anni di amore e dedizione vorrebbero interamente riportare questo luogo al suo massimo splendore, proprio come era tanti anni fa.

Le camere mantengono la filosofia adottata per tutto il restauro e infatti manca la tv, perché a fare compagnia agli ospiti c’è la musica classica.
Tutte hanno il letto a baldacchino, il set per caffè/tè, il frigorifero e arredi nostalgici che ricordato un epoca ormai lontana. Sembra davvero di essere stati catapultati in una fiaba!

Dove dormire nel Chianti

Dove dormire nel Chianti

E che bello fare colazione insieme ad altri ospiti proveniente da ogni parte del mondo, assaggiando prodotti del territorio.
Cledy e suo marito, infatti, riportano l’amore per il cibo genuino anche nel loro ristorante: Dulcisinfundo. E’ qui che potrete assaggiare lo zafferano di produzione propria che è stato presentato anche ad Expo.

Dove dormire nel Chianti

Se avete bisogno di silenzio, pace e soprattutto di sentirvi a casa, Fortezza de Cortesi è il posto giusto. Non vorrete più lasciarlo!

Vi ho già detto che c’è anche una piscina immersa nella natura?

Dove dormire nel Chianti

About

Marika Laurelli. Travel blogger autrice di Gate 309, Web Writer e Storyteller Appassionata di tutto ciò che riguarda i social network e nutre un amore smisurato per il mondo, l'avventura, la scoperta.

You may also like

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *