Io, gli aerei e la paura di volare

Qualche giorno fa mi è capitato davanti questo articolo di Milly di Bimbi e Viaggi che parla di incidenti aerei e mamme viaggiatrici. Vi consiglio assolutamente di leggerlo perchè io non ho figli ma mi ha aperto il cuore e mi ha portata a fare delle riflessioni, di quelle che appunti su fogli volanti per non dimenticarle, tipo mantra personale.

1012476_10201837005741819_872518520_n

Ultimamente c’è una domanda che mi viene fatta spesso: hai paura di volare?
La risposta è si.
Ho una paura immensa, non scherzo quando vi dico che sudo freddo durante il decollo e l’atterraggio. Su Spotify ho addirittura scaricato una playlist che si chiama Calming Music To Fly To (non ridete, vi prego).
Ma non smetterò mai di volare.
Tuttavia se vi aspettate da me statistiche sulla compagnia aerea più sicura o dati presi qua e là vi sbagliate, non avete bisogno di questo blog per sapere che l’aereo è il mezzo più sicuro del mondo e che fa sicuramente più scalpore una tragedia in volo che un frontale sulle quattro ruote.





Volare equivale a viaggiare e viaggiare per me equivale a vivere.
Per altre persone è un di più, una di quelle cose che fai ogni tanto per regalarti un po’ di pace e relax. Ma per chi il viaggio ce l’ha nel sangue non è marginale, è tutto. Non è l’eccezione, è la regola.
So che non è facile da capire così come non è facile da spiegare, ma è un qualcosa che senti dentro, un richiamo potente.
E’ il tremolio delle mani mentre clicchi sul fatidico pulsante “acquista il volo”, è piangere quando ti trovi davanti a quel tempio o museo che avevi sempre sognato ed è prendere confidenza con le emozioni che suscita in te, con quella forza che ti solletica il cuore. Come tutte le cose, anche la paura va messa su una bilancia e nel mio caso so che peserà sempre meno di una Lonely Planet, nonostante questo significhi stringere i denti quando dietro al vetro i tuoi occhi incrociano solamente una distesa di nuvole che va a confondersi con l’orizzonte.

IMG_5515

Tutti noi abbiamo una passione, quel qualcosa che disegna i contorni della nostra personalità definendo ciò che siamo. Pensate ai tifosi che vanno a sostenere la propria squadra tralasciando i disordini e gli atti violenti, pensate agli sciatori che non si fanno fermare dalle cronache sulle valanghe o ai volontari che scelgono di aiutare le vittime della guerra. Credete che la loro esistenza avrebbe senso comunque se gli venisse imposto di chiudersi in casa e di mettere da parte la propria indole?

Il concetto intorno al quale ruota tutta la mia vita può sembrare banale e anche se non sempre è facile sto cercando di metterlo in pratica nei piccoli gesti quotidiani: dobbiamo ascoltare ciò che siamo, i nostri sensi e le cose che ci completano.
E tu lo applichi alla tua vita?
Io non so se esiste un fato, un disegno o qualsiasi altra cosa. Ma quello che so è che abbiamo poco tempo e che dobbiamo sfruttarlo al meglio, lottando contro qualunque cosa -paure comprese- per poter un giorno guardarci alle spalle con fierezza.

Quindi a chi mi chiede come sia possibile che la paura di volare non mi blocchi rispondo che si, ho tanta paura.
Ma viaggiare mi completa ed è la mia felicità e per me una vita a metà non vale la pena di essere vissuta.
A qualunque costo.

design-3

 

About

Marika Laurelli. Travel blogger autrice di Gate 309, Web Writer e Storyteller Appassionata di tutto ciò che riguarda i social network e nutre un amore smisurato per il mondo, l'avventura, la scoperta.

You may also like

19 commenti

  • Condivido tutto, soprattutto il fatto che “ la paura va messa su una bilancia e nel mio caso so che peserà SEMPRE MENO DI UNA LONELY PLANET”… e aggiungerei “che non è poco”!!
    ahahahah mitica! 🙂

  • Condivido ogni tua parola!
    Anche io ho letto il post di Milly e mi sono emozionata pur non avendo figli.. veramente bello.
    Io anche ho paura di volare, lo ammetto: non è quella paura che ti fa venire attacchi di panico o crisi ma ogni volta che sono su un aereo penso “E se adesso precipita??!” però la voglia di scoprire e la voglia di viaggiare è sempre troppo forte.

    “Ma per chi il viaggio ce l’ha nel sangue non è marginale, è tutto. Non è l’eccezione, è la regola.” Questo è TOP!

  • È bellissimo questo post. Anche io, nonostante ami le forti velocità il volo mi spaventa sempre,però per il momento mai e poi mai rinuncerei a un viaggio per la paura di volare…

  • Credo che le passioni vere siano quelle che ti permettono di superare i limiti e le paure ed è per questo che la tua paura di volare su una bilancia pesa come una lonely 😉 Io invece amo volare, quando sono su un aereo sento solo tanta adrenalina e gioia, ma anche io grazie alla mia passione per i viaggi sono riuscita a superare alcune mie ansie (tipo quella di avere tutto sotto controllo, cosa impossibile in un viaggio). Le passioni sono davvero delle cure a mio parere 😀

    • Che bel commento Silvia, grazie!
      Hai proprio ragione..E’ la dimostrazione che quando ascoltiamo ciò che siamo e inseguiamo ciò che ci rende felici, non sbagliamo mai 🙂

  • Io non ho mai avuto paura di volare, anzi, è una delle cose che più mi elettrizza.
    Ma posso ben capire chi ha paura e non posso che condividere in pieno il tuo pensiero, lo sai 🙂
    Il pilota siamo noi! 😀

    • Era questo il punto di tutto, la tua ultima frase.. E’ troppo facile lamentarsi senza però provare a cambiare le cose, è troppo facile vivere nella monotonia, evitando le emozioni 🙂

  • Quando per la prima volta mi avevi detto che hai paura di volare pensavo scherzassi, mi sono detta come è possibile che lei abbia paura di volare quando prende l’aereo di continuo?!
    E li ho capito quanto amore ci vuole per andare verso le proprie passioni anche dovendo combattere contro se stessi..
    Io amo volare e do per scontato sia così per tutti.. ma quando mi rendo conto che te combatti contro la paura “così spesso” per andare verso i tuoi sogni, ti ammiro più di prima!

  • È lo stesso per me, e ti dirò di più..oltre ad avere una paura matta, a me l’aereo dà proprio noia: non c’è una volta che sia una, che io non vomiti all’atterraggio! 😀 Nonostante tutto, volare è una delle cose che preferisco, perché equivale a viaggiare! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *