#WeLevanto: e poi capita che..

Capita che un bel giorno ti arrivi una mail ed i tuoi occhi si trasformino in cuoricini luminosi.
Capita che in quell’email ci sia l’invito a #WeLevanto, un raduno di bloggers in Liguria e tu finalmente ti prepari a dare un volto a persone con le quali, fino a quel giorno, avevi condiviso solo sogni virtuali ed una passione incontrollabile.
Capita che quella regione per te ancora sconosciuta ti sorprenda e ti rapisca e ti incanti. Perché la Liguria è un po’ così: colorata, quasi dipinta e -fortunatamente- soleggiata.
Le persone a me care -alle quali va un premio per la pazienza nell’ascoltare sempre i miei racconti- mi dicevano con tenerezza che finalmente sarei stata tra i miei simili ed io con il sorriso sulle labbra pensavo che avevano ragione, perché ovviamente non tutti hanno le stesse passioni e non è facile trovare qualcuno che sia disposto a passare ore -o giorni- a parlare di viaggi, ma poi capita che Martina prima di spegnere la luce dica “Mi sono fatta i conti, se visito quattro paesi ogni anno, quando ne avrò settanta avrò visto tutto il mondo”.
E tu in quel momento ti senti, incredibilmente, a casa.

IMG_6780

La mia avventura è iniziata a Roma con l’abbraccio lunghissimo di Farah e tante ore trascorse in macchina con lei, Manuela e Lucia per arrivare a Levanto, un piccolo e suggestivo paesino che ha rappresentato la meta fissa del nostro raduno.

Quando mi sono trovata di fronte tutti quei bloggers la prima cosa che è ho pensato è stata “mi fa strano”, in senso buono ovviamente. Poi sono iniziate le chiacchiere, la voglia di scoprirsi ma soprattutto di riscoprirsi come persone con un carattere, delle emozioni ed un trascorso che, per ovvie ragioni, non sempre traspare da uno schermo. Credo che solo chi ha vissuto con me quei momenti riesca a capire ciò che mi viene fin troppo difficile spiegare a parole.
E’ stato come andare a trovare vecchi amici, come se non ci fosse bisogno di presentazioni.

IMG_6805

Tra gite in barca (o lunghe camminate per i più impavidi), interminabili cene e tante confidenze, ho lasciato un pezzo di cuore ad ognuno di loro. Sono riuscita ad esplorare le meravigliose Cinque Terre in compagnia di persone che osservano il mondo con i miei stessi occhi, lo calpestano con i miei stessi passi e, nel farlo, hanno il mio stesso inconfondibile batticuore.

IMG_6891

Prometto che presto vi parlerò dei paesaggi e di quella splendida regione chiamata Liguria, ma per ora voglio ringraziare innanzitutto Enrico (che non è basso e grasso come mi aspettavo :D), Elena e Martina che hanno organizzato con impegno e fatica #WeLevanto. Ringrazio Silvia che ha abbracciato con entusiasmo il progetto, mettendo a disposizione il suo bellissimo Oasi Hotel e, per il medesimo motivo, ringrazio anche l’Hotel Garden.
La mia pancia ringrazia il Salty Dog Cafe ed il ristorante Le Palme, perché ci hanno permesso di assaggiare tutti i piatti tipici della tradizione ligure e vi assicuro che sono davvero ottimi.
Mando il più sincero dei sorrisi -purtroppo adesso solo virtuale- ai miei compagni d’avventura, dal primo all’ultimo, senza esclusioni.
Se ancora mi emoziono nel ripensare a quei momenti è solo perché li ho vissuti insieme a persone fantastiche come voi.

welevanto

About

Marika Laurelli. Travel blogger autrice di Gate 309, Web Writer e Storyteller Appassionata di tutto ciò che riguarda i social network e nutre un amore smisurato per il mondo, l'avventura, la scoperta.

You may also like

16 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *