I piatti sardi da assaggiare durante una vacanza in Sardegna

Grazie alla meravigliosa conformazione della Sardegna e alla sua cultura culinaria, i piatti sardi da mettere in lista se si sta programmando un viaggio in questa regione sono infiniti e quelli che stiamo per presentarti ne rappresentano soltanto una minuscola parte.

La forte tradizione pastorale e il mare che l’ha resa celebre in tutto il mondo, hanno dato vita ad una cucina variegata e decisamente molto gustosa.
Fortutamente, grazie ai tanti collegamenti, sta diventando sempre più facile raggiungere l’isola. Ovviamente la scelta del mezzo di trasporto dipende dalla zona che si vuole esplorare, ma non mancano di certo gli aerei o gli spostamenti via mare, come ad esempio i traghetti Civitavecchia Olbia.

piatti sardi

I formaggi

Tra i piatti sardi da testare non possono di certo mancare i formaggi e iniziamo proprio da uno dei più rari: il callu de crabreddu. E’ un prodotto poverissimo e dalla preparazione molto articolata che sfrutta anche lo stomaco dell’agnello.

Come non citare il casu marzu o, per noi comuni mortali, il formaggio con i vermi. Considerato in contrasto con le norme igieniche, ne è stata vietata la vendita ma attualmente si può produrre legalmente in un ambiente controllato dall’Istituto di Entomologia agraria di Sassari.
Il Fiore Sardo è invece un prodotto DOP derivante esclusivamente dal latte intero di pecora. E’ leggermente affumicato perché viene preparato in luoghi nei quali solitamente c’è un fuoco a legna.

Ultimo ma non ultimo: sua maestà il Pecorino! Non ha certamente bisogno di presentazioni, trattandosi di uno dei formaggi più apprezzati al mondo.

piatti sardi

Il porcheddu

Ovvero il maialino da latte cotto in verticale su uno spiedo di legno.
Il tutto avviene rigorosamente a fuoco lento e in un letto di foglie di mirto. In Sardegna le cose o si fanno bene o non si fanno, a quanto pare.

I culurgiones

Un altro tra i piatti sardi più tipici è rappresentato dai culurgiones, ravioli di patate dalla forma a spiga e solitamente ripieni patate, pecorino, aglio e menta.

Spaghetti con i ricci di mare

Se ti troverai in questa regione in un periodo compreso tra novembre ed aprile (quando la stagione dei ricci è aperta) non perdere l’occasione di assaggiare questa pietanza tanto semplice quanto gustosa.

piatti sardi

La zuppa cuata

Piatto tipico della Gallura che, in realtà, non è affatto una zuppa. Sebbene venga cucinata con il brodo di carne, la consistenza è simile a quella delle lasagne.

La bottarga

Quello che viene definito “l’oro di Sardegna” è un insieme di uova di pesce salate e messe a stagionare.
Il soprannome deriva ovviamente dal costo elevatissimo.

Il pane

La Sardegna vanta un grande numero di pani secchi, che risultavano molto comodi da trasportare per i pastori che si spostavano con il gregge per lunghi periodi.
Il pane curasau è il più famoso e viene preparato con la semola di grano duro. Il pane guttiau, invece, ne è una versione più aromatizzata.
I tipi di pane sono tuttavia davvero tantissimi e variano in base alla zona. Ti invitiamo quindi a scoprirli tutti magari chiedendo alla gente del posto.
E’ un duro lavoro, ma qualcuno deve pur farlo.

piatti sardi

La fregola

E’ una pasta tipica fatta di piccole palline di semola che potrebbero far pensare al cous cous.
La versione più famosa è quella con zafferano e frutti di mare.

Le seadas

Torniamo a parlare di formaggi e lo facciamo in tema di dolci. Le seadas sono preparate con la pasta violada, a base di semola e strutto, che viene riempita con del formaggio e limone prima di essere fritta e condita con miele o zucchero.

Insomma, un toccasana per la dieta.

piatti sardi

About

Marika Laurelli. Travel blogger autrice di Gate 309, Web Writer e Storyteller Appassionata di tutto ciò che riguarda i social network e nutre un amore smisurato per il mondo, l'avventura, la scoperta.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *