#IlMoliseEsiste e c’è addirittura il mare! Benvenuti a Termoli!

( L’immagine in evidenza è di proprietà di Abernay: http://www.flickr.com/photos/abernay/)

Avrò all’incirca cinque o sei anni, sto pedalando dall’alto della mia bicicletta formato ridotto mentre un sole cocente mi picchia sulle spalle e vedo mia madre in lontananza che mi incita a mettermi il cappellino per non rischiare un’insolazione. Io non le do retta, continuo a pedalare lungo il viale costeggiato da innumerevoli piante di more, pronta a ritornare piangendo con le mani piene di graffi. Fa talmente caldo che la strada in lontananza sembra quasi confondersi con il cielo, è tremolante sotto i raggi ed io sono pronta a tuffarmi in mare.

giannilucianiph. Gianni Luciani

Questa scenetta si ripeteva praticamente tutti i giorni durante i mesi estivi, che ci vedevano trasferirci in una casa a due passi dalla spiaggia di Rio Vivo, un nome che, sono sicura, è familiare a tanti molisani.

Rio Vivo si trova a Termoli, una cittadina a circa settanta chilometri da Campobasso e la più vicina in termini di mare. Sebbene non sia paragonabile per la vita notturna ad una Rimini, anche noi abbiamo i nostri gioiellini nascosti.

image-2ph. Giulia Borrelli

Giulia in questa foto è seduta accanto al Castello Svevo che, in seguito ai lavori dovuti ai danni della Seconda Guerra Mondiale, venne inserito tra i monumenti nazionali e tra i musei storici regionali.
Attraversando le sue porte, si arriva al Borgo Antico che merita senza dubbio una passeggiata. Si tratta di un accumulo di case, b&b e ristoranti situati all’interno delle antiche mura affacciate a strapiombo sul mare. Camminare di sera con il paesaggio delle onde che si accavallano è davvero d’impatto e l’atmosfera risulta degna delle più romantiche città marinare.

2f72324e7e0711e39eb80e9a72e0e137_8ph. Nadia Falasca

Se spostate leggermente lo sguardo, vi accorgerete di quante belle fotografie è in grado di regalarvi questo panorama, aiutato dai trabucchi che, silenziosi, osservano il mare sotto di essi. Lungo la passeggiata, potrete fermarvi ad ammirare i piccoli negozi di souvenir e le botteghe dedicate alle ceramiche.
Molto bella è anche la Cattedrale di Santa Maria della Purificazione, che in passato subì alcuni restauri in seguito all’attacco dei turchi.

Questo evento viene ricordato anche durante la forse più famosa festa termolese: l’incendio del castello! Ogni anno, a ferragosto le mura antiche vengono riempite di luci che vanno a formare un’enorme cascata, con l’intento di simulare, appunto, un incendio. E’ una situazione davvero suggestiva che spinge tante persone a stazionare sulla spiaggia e ad ammirare questo spettacolo arricchito da tantissimi fuochi d’artificio.

imageph. Nadia Falasca

Il lungomare di Termoli è ben attrezzato e pieno di lidi che si susseguono lungo la spiaggia, alcuni dei quali intrattengono i clienti anche dopo il tramonto con musica ed aperitivi. Il più ferrato in questo campo è sicuramente il Lido Mistral.
Un’altra festa importante, che però raggruppa soprattuto i giovani, è San Basso, durante la quale la città si riempie di luci dal momento che vengono organizzati innumerevoli falò sulla sabbia, concerti e bevute in compagnia.

bporfirioph. Benedetto Porfirio

Dove dormire a Termoli?

b&b Dimora Monsignore: premetto che senza di loro questo articolo non avrebbe mai preso forma, quindi ne approfitto per ringraziarli per la loro estrema gentilezza e per la grande voglia di partecipare a questo progetto. Siamo uno squadrone! 🙂 Vi invito quindi a prendere in considerazione la loro struttura nel caso di un soggiorno a Termoli perché oltre alla sua posizione strategica, presenta delle sistemazioni davvero adorabili. http://www.dimoramonsignore.it

mons

Dove mangiare a Termoli?

La specialità della casa è il brodetto, ricco di pesce fresco e gustoso. Il b&b Dimora Monsignore mi ha segnalato alcuni indirizzi per gustarlo:

– Ristorante “da Nicolino”: Uno dei ristoranti storici della cittadina adriatica, dal 1975 “Da Nicolino” della famiglia Caruso propone specialità a base di pesce.Situato in centro, di fronte al Castello Svevo e a due passi dal Borgo Vecchio della città, il ristorante “Da Nicolino” è un ambiente familiare, accogliente e ben curatohttp://www.ristorantenicolino.it/

– Ristorante Federico II: Nel cuore del centro storico di Termoli, il Ristorante Federico II propone tutta la gustosità del pesce locale in un ambiente tranquillo ed accogliente.Aperto a pranzo e a cena tutto l’anno, ogni giorno insieme ai piatti storici, quelli della tradizione termolese, è possibile assaporare piatti di una nuova cucina creativa con il pescato freschissimo locale e le primizie del mercato contadino, figlie del gusto della terra molisana.La qualità nasce dal sapiente uso degli ingredienti e dal rispetto delle stagioni del mare. Vini molisani ed etichette di grandi produttori italiani esaltano i sapori dei piatti. http://www.ristorantefedericoii.com/

– Osteria dentro le Mura, nel borgo antico di Termoli, Antonio Terzano, proprietario e chef dell’Osteria dentro le Mura, nel borgo antico di Termoli, riscrive quotidianamente, con raffinata intelligenza e smisurata passione, da una diecina di anni.

About

Marika Laurelli. Travel blogger autrice di Gate 309, Web Writer e Storyteller Appassionata di tutto ciò che riguarda i social network e nutre un amore smisurato per il mondo, l'avventura, la scoperta.

You may also like

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *